Archivio - cultura

Il cinema legge il mondo: il 13 settembre "La bella e le bestie"

Un lungometraggio della regista tunisina Kaouther Ben Hania, ispirato ad un fatto di cronaca avvenuto a Tunisi.

Si svolgerà giovedì 13 settembre presso la Biblioteca Mameli di Roma il quinto appuntamento con la rassegna L’Estate in biblioteca - il Cinema legge il mondo, iniziativa dedicata alla diffusione delle opere filmiche più interessanti del cinema mediterraneo contemporaneo.

Il film in programma,  preceduto dell'incontro di approfondimento con Mario Sesti, a cura di Veronica Flora,  sarà La bella e le bestie, lungometraggio della regista tunisina Kaouther Ben Hania. Ispirata ad un fatto di cronaca avvenuta a Tunisi, l’opera racconta del calvario di Mariam, una studentessa stuprata da un gruppo di poliziotti, che deve decidere se denunciare o tacere.

Un tema drammaticamente attuale, che diventa denuncia di un sistema violento e imprevedibile che segna tragicamente l’esistenza fisica e psicologica delle donne che ne sono vittime. A interpretare la protagonista è una toccante ed espressiva Mariam Al Ferjani che a proposito del personaggio ha dichiarato: “La bella e le bestie parla non solo alle donne, ma anche agli uomini poiché non è un film sullo stupro, ma sulla violenza che tutti possiamo subire da chi abusa del suo potere”. Il film è stato presentato nel 2017 nella sezione “Un Certain Regard” del Festival di Cannes.

Sito ufficiale: medfilmfestival.org
Pagina FB: https://www.facebook.com/estateinbiblioteca/
Twitter @estateinbiblioteca
#estateinbiblioteca

Ufficio stampa :
Elisabetta Castiglioni
+39 328 4112014 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Raffaella Spizzichino
+39 338 8800199 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.