Archivio - cultura

Spettacoli al "Serpentone" con "Corviale Urban Lab" il 12 e 13 luglio

Torna la manifestazione, alla sua ottava edizione, ricca di concerti, teatro, danza, proiezioni, mostre e reading di poesie offerta dall'Associazione ARTmosfera, organizzatrice dell'evento parte dell'Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale, in collaborazione con SIAE.

Il progetto, grazie alla sua struttura multidisciplinare, lascia spazio ad artisti affermati e giovani emergenti, che si esibiranno in rapporto alle tematiche della migrazione e dell'inclusione sociale nel contesto di Corviale, emblema delle problematiche delle periferie romane. Si inizia con Edoardo Pesce (vincitore del David di Donatello per "Dogman") accompagnato dal chitarrista Stefano Scarfone e si prosegue con Banda Social di Fabio Ottaviani e Luna Fe, una jam session basata su ritmi tribali, esotici, quasi sciamanici, aperta al pubblico, che potrà esibirsi insieme agli artisti.

Largo spazio sarà lasciato ai cortometraggi, quali "Frontiera" (vincitore del David di Donatello 2018) di Alessandro Di Gregorio, ambientato a Lampedusa, oltre ai sei lavori selezionati nel bando MigrArti. Nadia Kibout si esibirà in "Lampedusa Beach", storia di Shauba, morta in mare mentre inseguiva un futuro migliore. C'è poi "Radio Ghetto" con Francesca Farcomeni che racconta le storie di emerginazione vissute nei ghetti pugliesi in cui vivono gli immigrati coinvolti nella raccolta dei pomodori.

In programma spettacoli di danza e di circo. Il collettivo MeP (Movimento di Emancipazione della Poesia) organizza reading estemporanei di poesie, mentre l'occhio potrà godere delle mostre artistiche e fotografiche curate da Nadia Di Mastropietro e Marco Ardizzi, che rende il Corviale Urban Lab un momento di preparazione per la Biennale MArteLive2019 prevista a dicembre.

Per il programma completo consultare il sito www.corvialeurbanlab.it

[di Luisa Sisti]