Archivio - quartieri

Glicemia, diabete: quali conseguenze e cosa fare?

Un appuntamento il 2 maggio a Roma

Sono oltre tre milioni nel nostro paese le persone con diabete secondo l’ISTAT. Numeri che fanno riflettere anche alla luce dell’impatto che questa patologia ha sia sul sistema sanitario nazionale come problema di salute pubblica, sia sulle persone e sui loro familiari. Proprio per andare incontro alle persone ed alle loro famiglie che le farmacie sono attive da tempo su questa problematica. Contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, la terapia non è però incentrata sul farmaco: essa ha invece come cardine l’attuazione di uno stile di vita adeguato. Mangiare sano, svolgere attività fisica o camminare spesso, non fumare… sono attività semplici ma fondamentali.

Le complicanze croniche del diabete possono essere prevenute o se ne può rallentare la progressione. Adeguare il proprio stile di vita richiede però di focalizzarsi su più aspetti e, tenuto conto della diversità delle complicanze del diabete, un confronto tra il paziente e più specialisti è necessario anche se difficile da trovare. È per andare ancora maggiormente incontro ai pazienti diabetici ed alle loro famiglie che presso la farmacia Inesi di Roma hanno avuto l’idea di permettere al paziente di incontrare vari esperti sulle tematiche del diabete.

L’idea è quella di venire incontro alla comunità, proponendo un confronto multidisciplinare e accessibile. “Abbiamo pensato che coinvolgere più esperti, un cardiologo, un nutrizionista, un podologo ed un infermiere, possa rivelarsi utilissimo per venire incontro alle varie esigenze del paziente diabetico - afferma la dottoressa Inesi, titolare dell’omonima farmacia di Piazzale Jonio. - Ogni giorno in farmacia incontriamo numerosi pazienti diabetici e ci è sembrato necessario andare ancora più incontro alle loro esigenze che interessano ambiti diversi.”

Giovedì 2 maggio i pazienti diabetici potranno controllare il loro livello di glicemia con l’aiuto di un professionista per verificare la corretta misurazione di questo parametro, incontrare un podologo per tutte le problematiche collegate al piede diabetico, discutere con un nutrizionista delle loro abitudini alimentari e confrontarsi con un primario di cardiologia. Non risposte univoche che si focalizzano su un singolo aspetto, ma una proposta plurale alla base di un approccio integrato del paziente: potrebbe essere questa un’iniziativa efficace per il paziente diabetico.

Non solo, per il sistema sanitario nazionale, il diabete e le sue complicanze rappresentano un costo enorme che solo la prevenzione può arginare: un grande vantaggio per la salute del singolo e per l’economia del Paese.

Farmacia Inesi - Piazzale Jonio 46 - Roma
Tel 0687659974 - www.farmaciainesi.it